lunedì 2 marzo 2015

Alici arrosto o "a scota det": ricetta tipica delle Marche



"Azzurro, il pomeriggio è sempre azzurro ...!
Si ho proprio voglia di canticchiare e questa canzone mi sembra quella giusta visto che oggi vi voglio proporre un piatto delle Marche che ha come protagonista il pesce azzurro: alici arrosto o a "scota det!! 
Ok, partiamo dal nome un po' buffo. In effetti le alici o sardoncini cucinati arrosto, sulla brace, si chiamano "a scota det" perché vengono mangiati con le mani e sono eccellenti se mangiati caldi e fumanti, cioè "a scota det".
Ricordiamoci che vengono considerati pesci azzurri pesci che presentano il dorso di colore blu scuro e il ventre biancastro o argenteo. Sono ricchi di fluoro, iodio e fosforo, inoltre sono facilmente digeribili ed hanno un basso contenuto di grassi. Generalmente i pesci azzurri abbondano nei nostri mari e questo li rende abbastanza economici.  Sono inoltre versatili in cucina, perfetti per antipasti, primi gustosi e secondi da leccarsi i baffi.





Un chilo di alici fresche o sardoncini
pane raffermo o grattugiato
prezzemolo 
aglio
sale e pepe



Laviamo e puliamo il pesce che va decapitato, squamato e liberato dalle interiora. Scoliamolo e asciughiamo delicatamente con un canovaccio. In una terrina poniamo il pane grattugiato o grattugiano il pane rafferrmo.

Aggiungiamo il prezzemolo e l'aglio tritati, l'olio, il sale, il pepe e mescoliamo leggermente. Uniamo il pesce cercando di condirlo con il miscuglio di pane. Disponiamo il pesce in fila accostato di fianco, sulle graticole (o gradel) precedentemente unte con l'olio per non farlo attaccare.


Posizioniamo le graticole sulla brace accesa e la cottura avviene in pochi minuti per lato. Servire le nostre alici calde. Buon appetito!
Ed ecco un piccolo assaggio per tutti voi


Le alici possono essere cucinate anche solo condite con il sale, senza altri ingredienti: i sarduncin sol sal sàl. Ma il risultato "finale" è sempre lo stesso ... un piatto di lische!!!





Con piacere inserisco la mia ricetta nella rubrica "L'Italia nel piatto". 
Ecco cosa hanno preparato le altre regioni 

Veneto: Bigoli in salsa di alici
 Lombardia: Risotto con filetti di pesce persico
 Toscana: Seppie in zimino
Basilicata: Alici alla scapece
Puglia: Linguine cu suche de pulpe de pète 

15 commenti:

  1. Come non vorrei mangiare anche io un bel pò, li vedo molto buone e mi piacciono molto !

    RispondiElimina
  2. infatti qui a Pesaro vedo spesso queste alici ma non avendo modo di fare la brace non le ho ancora preprarate,peccato perchè devono essere molto buone,grazie cara

    RispondiElimina
  3. Le alici sono il pesce azzurro che preferisco in assoluto! Poi sono così economiche...e guarda che grandi piatti si preparano! Complimenti!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma quanto mi scotterei volentieri le dita anche in questo preciso momento!!! Bacioni :)

    RispondiElimina
  5. ne mangerei a volontà per quanto mi piacciono!
    il pesce azzurro è ottimo, saporito, economico e fa bene! lo preferisco spesso a pesci più pregiati!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. certo che queste sono come le ciliegie ... ottimo questo piatto! bravissima!

    RispondiElimina
  7. Io in assoluto preferisco il pesce azzurro, è salutare, saporito e anche economico. Fra poco incomincerà il periodo delle pesca e allora...pancia mia fatti capanna.

    RispondiElimina
  8. Un piatto veramente buono!

    RispondiElimina
  9. Quando semplicità è certezza di bontà! Complimenti!

    RispondiElimina
  10. Un piatto che non conoscevo e che mi piace molto.
    Semplice, veloce da cuocere e sicuramente ottimo.

    RispondiElimina
  11. Adoro le alici cucinate così, complimenti

    RispondiElimina
  12. Adoro il pesce azzurro, un altra ricetta da mettere in archivio.
    Bravissima e a presto

    RispondiElimina
  13. Mi piace molto questa ricetta, perché le alici non sono fritte. Così ci si sente meno colpevoli se di lische ne facciamo una montagna! Grazie, Sabrina!

    RispondiElimina
  14. Sono un'amante delle alici che amo in tutte le versioni provate e questa mi intriga assai!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...